Progetti‎ > ‎

Nonni e nipoti

Un valore per la famiglia e la società

Direttore: Sac. Giuseppe Lombardo

Premessa

Già il suono del termine "nonno/nonna" risveglia profonde emozioni.

Quando le persone pronunciano questa parola, di solito restano poi un attimo in silenzio, con lo sguardo che sembra affondare nella propria interiorità, e dopo qualche secondo si mettono a raccontare qualcosa su uno dei loro nonni. Come se l’affettività e l’emotività evocata così spontaneamente e spesso senza esitazioni fosse il prodotto di una fiamma lontana che li ha ispirati e che fa riaffiorare nello spazio di qualche istante i contorni della figura che l’alimentava, unitamente a un fascio di tenere emozioni.

Normalmente, infatti, i nonni si trovano in una fase della vita che li rende più capaci di entrare in risonanza con la generazione dei nuovi piccoli, di sentire vibrare le loro emozioni, di comprenderne i bisogni profondi, di meravigliarsi delle loro scoperte.

I nonni, soprattutto, sono gli unici in grado di regalare ai loro piccoli il dono più prezioso per la loro crescita: il tempo. Il tempo è il cardine su cui ruota lo sviluppo della relazionalità e dell’affettività. I bimbi consumano con avidità e assaporano con gusto ma hanno bisogno di tempo a loro dedicato; la fretta, la disattenzione, lo stress li nevrotizzano e creano difficoltà nel loro processo di maturazione psico-affettiva.

I fanciulli non hanno bisogno di presenze virtuali ma del caldo contatto dell’affetto che, molte volte, sono proprio i nonni, più liberi da impegni, a poter offrire. I nonni sono quelli che hanno più tempo per parlare, per ascoltare, tempo per esprimere "adesso" che cosa si prova, senza dover rimandare a quando qualcuno avrà uno spazio per darti retta.

Nonni baby-sitter, autisti, cuochi, insegnanti, narratori, pescatori, ciclisti, sciatori, esperti di carte e giochi di prestigio, di storie e di segreti, nonni angeli custodi in grado di stabilire relazioni di reciprocità e complementarietà veramente profondi e commoventi.

Questo progetto, pertanto, vuole essere un’occasione per puntare l’attenzione e promuovere pubblicamente la relazione nonno-nipote, per incoraggiare i nonni nel fondamentale ruolo sociale, psicologico e spirituale che essi svolgono. Si tratta di una funzione di cui tutta la società beneficia ogni giorno.

La realizzazione del progetto "La memoria e il futuro" è un’occasione per riflettere e capire meglio le opportunità, i vincoli e le tante facce di questo contributo: il profilo dei nonni, i risvolti relazionali, educativi e formativi.

Tipologia del servizio

L’intervento proposto a studenti e famiglie vuole essere uno strumento utile per un laboratorio di crescita personale e comunitaria nelle capacità comunicative e relazionali, nella capacità di esprimere i propri sentimenti e le proprie emozioni, nella capacità di costruire valori che affondino i loro presupposti nel passato per la costruzione di un futuro di serenità e di pace.

Destinatari

I destinatari di questo progetto sono gli alunni appartenenti alle classi elementari e medie con il coinvolgimento dei nonni e dei genitori.

Obiettivi

Obiettivo principale è quello di approfondire la relazione nonno-nipote per conoscere, discutere e suggerire spunti di intervento utili nel progetto educativo-formativo dei fanciulli e dei preadolescenti. La famiglia è il luogo dove abitano i bisogni, ma anche dove si immaginano e si realizzano le risposte.

A tal fine appare importante analizzare i principali contributi che i nonni possono fornire allo sviluppo dei nipoti:

· Impersonare le radici e la continuità delle generazioni;

· Diversificare i modelli adulti di riferimento;

· Offrire uno spazio di tolleranza e un rifugio, specie nei momenti di crisi;

· Intrattenere;

· Fornire sostegno empatico-relazionale.